“Stai seduto bene!” E’… Sedersi bene

Non c’è bambino al quale prima o poi non venga detto: “stai seduto bene!”, oggigiorno non tanto per una questione di buona educazione (anche se non sarebbe male che questa venisse ogni tanto riesumata), quanto per la ormai diffusa consapevolezza dell’importanza di una postura corretta per prevenire vari disturbi all’apparato muscolo-scheletrico e non solo.

In un momento della storia umana in cui la maggior parte delle persone trascorre la vita seduta, è importante che venga prestata la massima attenzione a come e dove ci si siede e a controbilanciare le lunghe ore di stasi con dell’attività fisica da programmare nel tempo libero. Solo così la salute può essere preservata da un rapido decadimento.

È importante che le sedie per ufficio abbiano lo schienale che formi un angolo retto rispetto al pavimento e che siano regolabili in altezza. La posizione da assumere mentre si lavora seduti prevede un angolo di 90° fra il busto e le gambe, i piedi completamente appoggiati, magari su un poggiapiedi leggermente inclinato, gomiti ed avambracci appoggiati sul tavolo. Comunque è importante, appena possibile, alzarsi e muovere muscoli e articolazioni: almeno durante la pausa-caffè bisogna stare in piedi, magari spostando il peso da destra a sinistra e avanti e indietro.

Le moderne sedie operative per ufficio non arrivano ad essere del tipo senza schienale e con appoggio delle ginocchia (probabilmente poco pratiche per chi si debba alzare spesso), ma tengono comunque conto dei principi ergonomici fondamentali, abbinandoli alla piacevolezza di un buon design ed alla gradevolezza di vivaci gamme di colori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *