La Re-Belle de Jour by ELISABETTA FRANCHI

Elisabetta Franchi, in occasione della fashion week milanese, ha presentato la sua collezione spring – summer 2014. La collezione è stata svelata con un’esclusiva presentazione in una cornice d’eccezione, la Rotonda della Besana – che per l’ultima volta ha aperto i suoi spazi alla moda – a Milano.

La scenografica location all’interno della quale ha capeggiato il maxi logo in corno della maison, segno della precisa volontà di recuperare il linguaggio proprio e più autentico di Elisabetta Franchi, fatto di ricerca e di amore per i materiali, ha ospitato 20 bellissime modelle che hanno interpretato il fascino senza tempo di una collezione che trova la sua ispirazione in un intrigante equilibrio tra tentazione e rigore, compostezza e sinuosità.

La Re-Belle de Jour by ELISABETTA FRANCHI Collezione pe 2014
Il new chic prende le mosse da una femminilità senza sbavature estetiche, da un’eleganza apparentemente bon ton che, sotto l’abito, nasconde un’anima inquieta.

La donna di Elisabetta Franchi è re-belle de jour, perchè capace di mantenere una vena unica di trasgressione per mettersela addosso, con un inedito gusto della provocazione.
Una seduzione decisa, forte e, nello stesso tempo, ricca di fascino e di carattere, quasi determinata dal mistero e definita da audaci contrasti: sedotta dall’eterno fascino degli opposti, la collezione PE 2014 trova la sua ispirazione in un intrigante equilibrio tra tentazione e rigore, compostezza e sinuosità, scegliendo ora il bon ton, ora dettagli luxury che accentuano una femminilità provocante.

Una filosofia di estremi che si concretizza nel contrasto tra forme anni ‘50 – rigorose e discrete linee svasate e gonne a tulipano, tipico di una sensualità velata con pieghe e drappeggi con focus deciso sul punto vita – unite a scollature profonde e a lussuriosi vedononvedo, ai dettagli in corno e alle stampe animalier, per una femminilità consapevole al limite.
Contrasti anche per le giacche, dove, a capi oversize, si contrappongono pezzi slim fit che disegnano la silhouette, e nella ricerca materica: i tessuti sono trasparenti e sostenuti, si affiancano a capi dall’effetto bagnato e laminato, come immersi nella vernice lucida che li rende carichi di tensioni languide.

Il logo in corno della maison, che torna ad arricchire i capi, diventa segno della precisa volontà di recuperare il linguaggio proprio e più autentico di Elisabetta Franchi, fatto di ricerca e di amore per i materiali.
Così il fascino indiscreto della borghesia impreziosisce questo ritorno alle origini: il dna della maison, caratterizzato dalle catene gold, viene arricchito da dettagli color block in tinta ai capi: catene bagnate di colore che si opacizzano per aggiungere un inedito

La re-belle di Elisabetta Franchi è attentissima agli accessori dalla doppia anima a contrasto: le trasparenze dei tessuti si traducono in materiali che svelano la pelle nuda; l’high heels è ora arricchito da stringhe ora da profonde scollature; la maxi pochette dalle linee pulite si sposa a materiali spalmati o stampa a lucertola per un effetto glam.

Suggestioni minimaliste per il plexi trasparente dei bracciali, che si contrappone a pezzi dal gusto deciso e geometrico in plexi effetto corno, pietre e strass.
La palette colori declina le sfumature del geranio – nuance che caratterizza la collezione Passepartout- e della rosa selvatica fino ad arrivare ai colori caldi della terra come mandorla, cannella e caramello, accanto alle tinte must della maison -cipria e pescaper un’ allure sofisticata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *