Helly Hansen protegge chi va per mare dal vento, dalla pioggia e dalle onde

hh

Da quando il capitano di marina Helly Juell Hansen ha creato astutamente il primo tessuto waterproof nel 1877, chi ama andar per mare ha adottato l’omonimo marchio di abbigliamento e scarpe per proteggersi da inaspettati acquazzoni, onde persistenti e vento forte.

Il tempo e le onde possono essere inclementi o tranquilli durante la giornata e l’abbigliamento che si indossa è di fondamentale importanza.
Il velista in solitaria Thomas Coville, nel tentativo di battere il record del mondo naviga sul suo trimarano a velocità superiori ai 40 nodi, dormendo meno di tre ore al giorno per 57 giorni consecutivi.

E dice: “Se i miei vestiti e le mie calzature non fossero performanti, non ce la farei mai, così come se commettessi un solo errore”. Questo ambassador ha affidato a Helly Hansen il compito di proteggerlo durante le sue avventure in solitaria da 10 anni a questa parte.

Nella collezione primavera estate 2014, Helly Hansen rende omaggio al suo know how marinaro con due capi altamente tecnici e molti innovativi, adatti per chi è davvero un navigatore o una navigatrice offshore: la Offshore Race Jacket e la Offshore Race Trouser.
La giacca e il pantalone danno protezione costante in condizioni estreme. Sono realizzati con un tessuto tecnologico impermeabile, l’Helly Tech ® Professional, nonché tessuti tecnici che resistono alle condizioni più estreme.

La giacca è ben visibile grazie al cappuccio e ai polsini. I riflettenti sono posti infatti in posizioni strategiche che garantiscono visibilità in mare. Le tasche foderate in Polartec ® sono abbastanza grandi per contenere tutto ciò che serve mentre si naviga, indispensabili per tenere al caldo le mani.