GRANDE SUCCESSO PER L’EVENTO GUILLAUME HINFRAY INTRODUCING MUTOIDS

In occasione della Design Week di Milano, Guillaume Hinfray ha rinnovato il suo legame con ilmondo del design e lo ha fatto scegliendo una speciale collaborazione con i Mutoidi che da più di 10 anni mancavano dalle scene underground milanesi.

La cornice di questo grande ritorno è stata lavetrina deep dark dello Spazio Antonioli, una location esclusiva e di design che per l’occasione ha ospitato l’installazione di Wrekon, nome d’arte che individua gli artisti Strapper and Debs, costola della Mutoid Waste Company, artisti contemporanei nomadi dalle atmosfere apocalittiche di Mad Max, che creano opere d’arte riciclando oggetti quotidiani e materiali considerati ormai inutili. Oggi stabiliti in un “villaggio degli scarti” chiamato Mutonia dove continuano a svolgere attività performative e visuali per il recupero del rapporto con la natura in un’ottica post-industriale.

Un enorme drago realizzato assemblando materiale di riciclo è stato il protagonista dello special event: un’opera di forte impatto visivo che ha preso le mosse dall’anima medievale di Guillaume Hinfray per rappresentarne, in forma esasperata, il simbolo dell’immaginario gotico per eccellenza, e che sarà in mostra fino alla fine della Design Week 2012. I Mutoidi sono infatti conosciuti per le gigantesche sculture saldate e per i bizzarri e avanguardisti riadattamenti degli edifici in disuso dove tenevano i loro party.

Tra gli ospiti della serata il night people della città: galleristi, artisti e fashionist incalliti……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *