ELISABETTA FRANCHI APRE A LISBONA IL SUO SECONDO MONOMARCA IN PORTOGALLO E DUE BOUTIQUE NEL MIDDLE EAST

Elisabetta Franchi, la maison di pret à porter di lusso, consolida la sua presenza in Europa inaugurando il suo secondo negozio in Portogallo con un evento esclusivo.
Per dimostrare la sua volontà di proseguire con la propria strategia di retailing sempre più in fase di internazionalizzazione, Elisabetta Franchi ha inaugurato la sua seconda boutique in Portogallo, a Lisbona.

Lo spazio di 200 mq, impreziosito dallo stile iconico della maison, ospiterà le collezioni di pret à porter e di accessori della maison ed è stato inaugurato con un cocktail party esclusivo. “Riuscire ad espandersi territorialmente e a proiettarsi positivamente nel futuro è l’atteggiamento giusto per affrontare il momento di congiunzione negativa dell’economia europea e mondiale” ha concluso Elisabetta Franchi. Il design moderno e l’uso di materiali selezionati per gli arredi e i complementi contribuiscono a dare alla boutique una connotazione fortemente cosmopolita e rispondono all’esigenza di accrescere la visibilità della maison nelle principali capitali europee. L’opening di monomarca in maniera capillare si è rivelato una scelta vincente per la maison che è riuscita a farsi strada anche in mercati prima d’ora mai esplorati: l’ambizioso piano di aperture riflette, infatti, il forte successo di Elisabetta Franchi.

L’architettura degli store è pensata per integrarsi con le collezioni esposte ed evoca un senso di lusso sofisticato, tra artigianalità, glamour e raffinatezza: ogni elemento dell’arredo, le vetrine espositive, gli espositori finemente realizzati, le pareti rivestite dal logo della maison rivelano l’attenzione per l’eccellenza e la qualità artistica che si accompagnano a un design straordinario. 66 monomarca – 32 in Italia e 34 all’estero – e 1106 multibrand in tutto il mondo per Elisabetta Franchi: l’Europa e l’Italia rimangono le aree di riferimento per la maison.

Elisabetta Franchi – che vanta una produzione assolutamente Made in Italy – ha chiuso il 2012 con un giro di affari di 110 milioni di euro con una crescita, rispetto all’anno precedente, pari al 14%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *